TUTTO PUO’ SUCCEDERE❤️

Bentornati amici lettori e buona domenica

!Oggi vorrei raccontarvi le mie impressioni sulla seconda e la terza puntata della serie “Tutto può succedere”.img_9185

QUI vi lascio il link al commento della prima puntata.

Due puntate molto ricche;l’equilibrio iniziale è stato completamente stravolto.

Carlo e Feven che stavano per sposarsi,si allontanano.Lei scopre di essere stata tradita dal compagno con l’educatrice di Max,Gabriella,e decide di lasciarlo.

Carlo tenterà invano,almeno per il momento,di riconquistarla.

Gabriella,in difficoltà per quanto accaduto con Carlo,si licenzia,cogliendo alla sprovvista Alessandro e Cristina;riusciranno a gestire le crisi di Max senza di lei?

Durante una discussione tra Carlo e Alessandro,quest’ultimo si lascia sfuggire,di fronte a Max,che il ragazzo ha la sindrome di Asperger;insieme a Cristina dovrà provare a rispondere alle domande del figlio.

Una scena commovente quella del confronto tra questi tre personaggi,dei quali emerge tutta la fragilità di fronte ad una situazione così complessa.

Bravissimi gli attori,Pietro Sermonti,Camilla Filippi e,soprattutto, Roberto Nocchi che,nonostante la giovane età,riesce ad interpretare un ruolo,a mio parere,molto difficile.I gesti,le espressioni del viso,la sua capacità di immedesimarsi nel personaggio e di trasmettere allo spettatore la drammaticità della sua condizione,senza risultare pesante,dimostrano non solo un grande talento ma anche grande maturità.

Ambra che nella prima puntata sembrava essere sul punto di realizzarsi come cantante,entra in uno stato di crisi.Bersani la aveva invitata ad aprire un suo concerto ma lei,presa dal panico era fuggita.

Decide,quindi,di abbandonare la musica per lavorare come assistente della zia Giulia.

Si sta lasciando sfuggire una grande occasione,le fanno notare il nonno e Giovanni,il ragazzo che sta frequentando.

Elia,sembra essere davvero cambiato;questo gli consente non solo di riavvicinarsi ai figli ma anche a Sara che si mostra pronta a concedergli un’altra possibilità.

Nella terza puntata,però,scopriamo che ha ricominciato a bere,il suo passato da alcolista non lo ha abbandonato.Spinto da Sara,decide di farsi aiutare;questo lo porterà ad allontanarsi nuovamente dai figli.

Federica invita Lorenzo ad una festa in piscina;i proprietari della villa dove si tiene la festa non ne sono a conoscenza.Lorenzo verrà sorpreso dalla polizia e denunciato.

In questa seconda serie,il personaggio di Federica non mi sta piacendo;mi era sembrata una ragazza matura,responsabile,soprattutto nelle ultime puntate della prima stagione.

Ora invece appare infantile ed anche un po’ egoista,troppo presa dal sentimento per Lorenzo,non riflette sulle sue azioni e si ritrova a trascinarlo in una situazione che potrebbe costare caro al ragazzo.

La decisione di Giulia e Luca di prendere un bambino in affido non è stata positiva per la loro relazione;le discussioni,sempre più frequenti,porteranno Luca ad andar via di casa.

Dimitri,il bambino ucraino che hanno preso in affido,all’inizio rifiuta la sua nuova famiglia;l’esperienza lo ha portato a credere che il loro affetto nei suoi confronti verrà meno se la coppia avrà un altro bambino.Quando,rassicurato da Giulia,inizierà ad ambientarsi,a mostrarsi felice con loro,verrà richiamato dall’associazione per tornare in Ucraina.

Mi auguro che la presenza di questo personaggio non sia ridotta alle prime tre puntate e che la sua storia possa essere sviluppata meglio nelle prossime.

Alessandro viene licenziato;questa situazione lo metterà particolarmente in crisi;è deluso,preoccupato e,soprattutto,prova imbarazzo di fronte alla sua famiglia.

Un aspetto che apprezzo molto di questa serie è il modo in cui vengono affrontati temi molto attuali,che riguardano la quotidianità di ciascuno di noi:il lavoro,la famiglia,il tradimento,la malattia.

Seguite anche voi questa serie?Cosa ne pensate?

Lasciate un commento!

A presto.

-Se volete contattarmi per una collaborazione potete scrivermi a questo indirizzo mail

(If you want to contact me for a partnership,you can send me an email to this address)
pervinca018@gmail.com

Se vi va seguitemi su Twitter

Pervinca_

5 Cose che…

Bentornati amici lettori!

on-wood-1897176_1920

Dopo una “lunga” assenza,torno oggi con la rubrica “5 cose che”,ideata da Twins Books Lovers.

Il tema,questa settimana,è:

5 libri che vorrei leggere quest’anno.

1)I fratelli Karamazov (F. Dostoevskij)

Un libro che giace nella mia libreria da troppo tempo.Come vi avevo detto nello scorso “5 cose che” ho intenzione di leggerlo quest’estate quando sarò meno impegnata con lo studio.

2)L’amica geniale (E. Ferrante)

Il primo volume di una serie di cui ho sentito parlare davvero bene.Sono molto curiosa di leggerlo.

3)Nel guscio (I. McEwan)

Altro libro di cui ho sentito tante opinioni positive;mi sono convinta ad acquistarlo dopo aver ascoltato le recensioni di Matteo Fumagalli e Ilenia Zodiaco.

4)Novecento (A. Baricco)

Mi è stato regalato da un’amica,a lei è piaciuto molto.Di Baricco ho letto solo “Iliade”,il suo commento al poema epico.L’avevo apprezzato quindi spero mi piaccia anche questo.

5)Trilogia dell’area X ( J. VanderMeer)

Una serie poco conosciuta ma della quale ho letto tante recensioni positive;è un genere che a me piace e sono curiosa di leggere altri testi.Ormai,purtroppo,le storie si assomigliano tra loro e mi auguro di trovare qualcosa di originale,di nuovo.

Questi sono 5 dei tanti libri che vorrei leggere quest’anno!

Quali sono i vostri?

Lasciate un commento!

A presto.

-Se volete contattarmi per una collaborazione potete scrivermi a questo indirizzo mail

(If you want to contact me for a partnership,you can send me an email to this address)

pervinca018@gmail.com

-Se vi va,venite a trovarmi su Twitter
Pervinca_

TUTTO PUÒ SUCCEDERE❤️

Bentornati amici lettori!


Oggi voglio parlarvi di una serie italiana che a me piace molto:”Tutto può succedere”.

Tratta dalla serie TV americana “Parenthood”,la prima stagione è stata trasmessa in Italia nel 2016.

La serie racconta le vicende della famiglia Ferraro.

Quello che ho apprezzato di più è come sia stato rappresentata la quotidianità dei personaggi,con tutti i loro disagi,le loro paure,i momenti tristi e quelli felici.

Quei momenti che tutti viviamo,quelle difficoltà che tanti si ritrovano a dover affrontare e che toccano tutte le famiglie.

Una serie simpatica,divertente senza che sfoci nel ridicolo e allo stesso tempo drammatica ma non straziante,strappalacrime.

Giovedì 20 aprile,è stata mandata in onda la prima puntata della seconda stagione.

Devo ammetterlo,attendevo questo ritorno.

Ero curiosa di vedere come fossero cambiati i protagonisti e quali nuove “avventure” avrebbero vissuto.

Tanti sono cresciuti,i bambini sono diventati grandi,gli adolescenti più maturi.

La puntata si apre con i preparativi per il matrimonio di Carlo,un matrimonio che ha colto tutti di sorpresa;Carlo infatti sembra non voler crescere,teme le responsabilità e di prendere la vita troppo sul serio.

Proprio questo suo atteggiamento,molto diverso da quello della sua futura moglie Feven(spero di averlo scritto bene) che invece vuole costruire con lui una famiglia,creerà non pochi problemi e minaccerà la riuscita di questo matrimonio.

Cristina e Alessandro aspettano un bambino;vengono a conoscenza,però,che, se dovesse essere un maschio sarà affetto,come il loro secondo figlio Max,dalla sindrome di Asperger.Questo lì preoccupa;gestire Max era sempre stato molto difficile e i due non si sentono pronti ad affrontare una situazione simile.

Giulia e Luca scoprono di non poter più avere figli;decidono quindi,in accordo con la loro bambina,Matilde,di prendere in affido Dimitri,un ragazzino di origine russa.

Elia,l’ex marito di Sara,si trasferisce a Roma.Ha trovato un nuovo lavoro e vuole cogliere l’occasione per recuperare il rapporto con i suoi figli,Ambra e Denis.

Sara è preoccupata;negli anni Elia ha dimostrato di non essere un buon padre e di avere un’influenza negativa soprattutto sul Denis.

Lorenzo e Federica sembrano poter avere finalmente una relazione stabile,non ostacolata dalla famiglia di lei nè dal passato di lui.

Lorenzo,infatti,per una rapina commessa anni prima,dopo il carcere,dopo mesi in libertà vigilata,può tornare a condurre una vita normale.

Ambra è in uno stato di confusione,non riesce a prendere una scelta per il suo futuro.Intanto insegue la sua passione per la musica.Lo zio Carlo le presenta Giovanni,fonico per Samuele Bersani.

Il talento della ragazza viene notato e viene invitata ad aprire proprio un concerto di Bersani.

Intanto inizia una storia con Giovanni.

Cosa succederà?

Nella prima puntata sono state introdotte tante nuove situazioni che mi auguro possano evolversi nel miglior modo possibile e,soprattutto,che non vengano distrutte le storie felici raccontate nella prima serie.

Voi seguite “Tutto può succedere”?

Io vi consiglio di farlo!Non ve ne pentirete!

Lasciate un commento!

A presto.

-Se volete contattarmi per una collaborazione potete scrivermi a questo indirizzo mail

(If you want to contact me for a partnership,you can send me an email to this address)
pervinca018@gmail.com

Se vi va seguitemi su Twitter 

Pervinca_

-5 COSE CHE-

Bentornati amici lettori!

bookcase-1869616_1920

Anche questa settimana sono tornata con la rubrica “5 cose che” ideata daTwins Books Lovers.

Questa volta,però,non seguirò il tema della settimana;avendo aderito un po’ tardi a questa rubrica sono  rimasta indietro.

Oggi,quindi,voglio proporvi quello che è stato l’argomento che ha aperto questa rubrica:

5 LIBRI CHE HO IN LIBRERIA MA CHE NON HO ANCORA LETTO:

Se considero la libreria di famiglia,quella che raccoglie tutti i libri accumulati negli anni da tutti i membri della mia famiglia ce ne sarebbero un’infinità quindi mi concentrerò sulla mia,personale libreria(anche in questo caso sono più di cinque ma ve ne citerò solo alcuni).

1)I fratelli Karamazov (Dostoevskij)

Sarà un anno,ormai,che ho acquistato questo libro ma non ho trovato ancora il coraggio e il tempo di leggerlo;è un libro abbastanza impegnativo e con un bel po’ di pagine.

Conto di leggerlo quest’estate,quando sarò un po più libera o almeno lo spero.

2)Le Cronache di Narnia (Lewis)

Una serie che ospito nella mia libreria da anni;ho letto solo il primo volume tanto tempo fa e mi è piaciuto molto.Poi ho iniziato ad acquistare altri libri e ho sempre rimandato questa lettura.Spero,però,di riprenderla e completarla.

3)Il giardino segreto (Burnett)

Un libro che mi è stato regalato quando ero alle elementari,un classico per ragazzi che,però,non ho mai letto.

Questo,come tanti altri,rientra nei libri che avrei dovuto e voluto leggere quando ero più piccola e chissà  perché non ho mai letto.Anche in questo caso mi auguro di recuperare.

4)Harry Potter e la maledizione dell’erede (Rowling,Tiffany,Thorne)

Una lettura che non ho il coraggio di intraprendere;in tanti me ne hanno parlato male e per il momento preferisco conservare il bel ricordo che ho della storia di Harry Potter.

5)Il ritratto di Dorian Gray (Wilde)

Nonostante io l’abbia studiata molto bene a scuola,analizzando diversi estratti,è un’opera che non ho ancora letto integralmente.

 

Quali sono i cinque libri che avete in libreria ma che non avete ancora letto?

Lasciate un commento!

A presto.

 

-Se volete contattarmi per una collaborazione potete scrivermi a questo indirizzo mail

(If you want to contact me for a partnership,you can send me an email to this address)

pervinca018@gmail.com

-Se vi va,venite a trovarmi su Twitter
Pervinca_

Tutto tranne i libri-TAG

Bentornati amici lettori!

Qualche giorno Matteo Fumagalli,(QUI lascio il link al suo canale),uno youtuber che seguo da tanto e che A-D-O-R-O ha pubblicato questo simpatico tag che ho deciso di proporvi.

1.Nomina un cartone (o cartoni) che ami 

“Mulan”,”il re leone”,insomma,tutti i cartoni Disney e Kiss me Licia.

2. Qual è la tua canzone preferita del momento?

In questo periodo sto ascoltando spesso “Blackbird” dei Beatles.

3. Cosa potresti fare per ore (tranne leggere)?

Ascoltare musica,guardare i film,ballare,scrivere.

4. Qual è una cosa che fai della quale i tuoi followers rimarrebbero sorpresi?

Non saprei.

5. Qual è la cosa della quale preferisci imparare non necessariamente specifica?

Vorrei imparare a suonare uno strumento,la chitarra o l’ukulele.

6. Nomina una cosa inusuale che sei in grado di fare

So portare il piede dietro la nuca,vale come cosa inusuale?

7. Nomina qualcosa che hai fatto nell’ultimo anno

Mi sono iscritta all’università.

8. Qual è il tuo progetto personale più recente?

Viaggiare il più possibile e passare gli esami di questo primo anno di università.

9. Raccontaci qualcosa alla quale pensi spesso

All’estate,non vedo l’ora che arrivi il caldo per poter andare al mare.

10. Raccontaci qualcosa che ami ma rendila stranamente specifica (es. il tuo cibo preferito quando hai studiato tutto il giorno e hai dimenticato di mangiare)

Quando ho avuto una giornata particolarmente impegnativa amo mangiare il pane con la nutella oppure,se fa molto caldo,il gelato(lo so è abbastanza banale come risposta…)

BONUS. Di la prima cosa che ti passa per la testa

Ho fameeeee!!!

Come sempre siete tutti invitati a rispondere alle domande di questo simpatico tag.

A presto.

 

-Se volete contattarmi per una collaborazione potete scrivermi a questo indirizzo mail

(If you want to contact me for a partnership,you can send me an email to this address)

pervinca018@gmail.com

-Se vi va,venite a trovarmi su Twitter

Pervinca_

BOOK BUYING TAG

Bentornati amici lettori!

Oggi vi propongo questo book tag che ho trovato girovagando nella rete,”Book Buying Tag”.Ho trovato le domande su La Rapunzel dei libri.

 BOOK BUYING TAG

arranged-1842261_1920

1)Dove compri i tuoi libri?

Solitamente li acquisto nelle librerie,La Feltrinelli,Giunti,Mondadori;gli ebook,invece,li prendo su Amazon.

2Hai mai pre-ordinato un libro? Se sì, l’hai pre-ordinato in libreria o online?

No,non mi è mai capitato.

3)Mediamente, quanti libri compri al mese

4)Usi la biblioteca del tuo paese?

Il mio paese è così piccolo da non avere una biblioteca;per il momento non sono andata nella biblioteca della città dove studio ma penso che presto ci farò un salto.

5)Cosa pensi dei libri comprati per beneficenza e dei libri di seconda mano?

Comprare un libro per beneficienza penso sia una cosa bellissima,che unisce la bellezza della lettura a quella di un gesto di aiuto verso il prossimo.

Mi capita raramente di acquistare libri di seconda mano ma quando mi imbatto in libri usati in buone condizioni sono sempre molto contenta,soprattutto quando si tratta di libri sui quali sono un po’ in dubbio.

6)Riponi le pile di libri letti e quelle di libri da leggere inseme, sulla stessa mensola o no?

Si;utilizzo,infatti,un altri criteri per organizzare la mia libreria,per casa editrice,per autore…non ho ancora trovato una sistemazione ideale quindi,spesso,mi capita di cambiarla.

7)Programmi di leggere tutti i libri che possiedi?

Si,almeno mi auguro di riuscire a farlo.

8)Cosa fai con i libri che hai e sui quali pensi che non li leggerai mai o che non ti sono piaciuti?)

Alcuni li tengo,altri li vendo su internet,se riesco,altri ancora li regalo.

9)Hai mai donato libri?

Si mi è capitato diverse volte,a pesche di beneficienza,a scuole dell’infanzia,a case famiglia.

10)Pensi di comprare troppi libri?

Secondo me no,secondo mia madre si;continua a ripetermi di smettere di comprarli…”cosa li compri a fare se poi non li leggi?”(spesso infatti prima di leggere i libri che acquisto giacciono tra gli scaffali per mesi)

Ovviamente siete tutti invitati a rispondere a queste domande.

Lasciate un commento!

A presto.

 

-Se volete contattarmi per una collaborazione potete scrivermi a questo indirizzo mail

(If you want to contact me for a partnership,you can send me an email to this address)

pervinca018@gmail.com

-Se vi va,venite a trovarmi su Twitter

Pervinca_

5 COSE CHE…

Bentornati amici lettori!Buon inizio settimana!

Anche questa settimana vi propongo “5 cose che” la rubrica ideata da Twins Books Lovers.

Il tema questa volta è:

5 LIBRI CHE MI HANNO COSTRETTA A LEGGERE.

1)Il Principe (N. Machiavelli)

Uno di quei testi al quale ci si avvicina solo se si portano avanti degli studi particolari.

Sicuramente l’ho trovata una lettura pesante,talvolta ho dovuto rileggere alcuni passaggi per coglierne il senso ma allo stesso tempo mi è sembrato un testo interessante e mi è stato davvero utile nello studio dell’autore e del contesto storico,politico,culturale.

2)Le ultime lettere di Jacopo Ortis (U. Foscolo)

Anche questa non è stata  una lettura di piacere,le vicende narrate,infatti, non sono poi così felici.Un testo che affronta una grande varietà di temi,che mi ha concesso di approfondire lo stile e il pensiero di uno degli autori più noti della letteratura italiana.

3)Mastro Don Gesualdo(G. Verga)

Credo di aver impiegato un’eternità a leggere questo libro.Nel corso della lettura mi sembrava un racconto così pesante che a stento riuscivo a superare le cinque pagine al giorno.Sono dovuta arrivare agli ultimi capitoli per comprendere tutta la drammaticità che si cela dietro la storia del protagonista.

4)Satyrikon (Petronio)

Una delle letture più surreali e divertenti che abbia mai intrapreso.

A dimostrazione che la letteratura latina non è poi così noiosa come sembra.

5)Macbeth(W. Shakeaspeare)

Tra tutti i testi che vi ho citato in questo articolo è quello che ho apprezzato di più.Una storia drammatica,impegnativa,coinvolgente.

Grazie a questa lettura ho iniziato ad incuriosirmi e appassionarmi alla drammaturgia shakeaspiriana.

Se mai vi capitasse di leggerlo vi consiglio di farlo in lingua originale.

Avete letto qualcuno di questi libri?

È capitato anche a voi che vi “costringessero” a leggere dei libri che poi vi sono piaciuti?

A presto.

-Se volete contattarmi per una collaborazione potete scrivermi a questo indirizzo mail

(If you want to contact me for a partnership,you can send me an email to this address)

pervinca018@gmail.com

-Se vi va,venite a trovarmi su Twitter 
Pervinca_

PARSONS DANCE

Bentornati amici lettori!

Sabato sono stata a Roma per assistere allo spettacolo della Parsons Dance.

img_8483

Per chi non la conoscesse la Parsons Dance è una compagnia americana di danza moderna,fondata dal coreografo David Parsons.

Ciò che mi ha spinto ad acquistare il biglietto è,innanzitutto, la passione che provo verso la danza(per una volta posso esprimere le mie impressioni da “esperta” dati i tanti anni passati a studiare danza classica e non solo)e poi,ho tanto sentito parlare di questa compagnia ed ero curiosa di vedere un suo spettacolo.

Ho apprezzato molto lo stile di David,dinamico,moderno,caratteristico.

Ho trovato tutti i ballerini molto espressivi,il che non è scontato.I loro volti trasmettevano serenità,allegria,forza,passione.Il loro movimento fluido,dinamico,catturava la mia attenzione.

Lo spettacolo era articolato in più pezzi distinti,alcuni ormai molto noti tra gli amanti della Parsons,in quanto riproposti ogni anno nei loro tour internazionali.

Vi descriverò,in breve,quelli che più mi hanno colpita,emozionata.

“Hand dance” una coreografia interamente basata sul movimento delle mani.Il palco buio,una luce illumina le mani dei ballerini che sembrano tante piccole fiammelle;impressionante la coordinazione e la velocità del movimento.Molto di effetto.

“Caught”:il ballerino,in questo caso Ian Spring, esegue una serie di passi,soprattutto salti;grazie all’effetto creato dalle luci stroboscopiche sembra letteralmente volare sulla scena.Mi ha lasciato a bocca aperta,un’esibizione magica.Sicuramente le mie conoscenze tecniche mi hanno permesso di apprezzare ancora di più la performance di questo artista perché,nonstante sembri leggero,quasi spensierato nell’esecuzione del pezzo,so bene quale sia la forza necessaria ad eseguire una sequenza di salti di quel tipo.

Ho scoperto che la coreografia era stata assegnata alla ballerina Elena D’Amario(nelle altre date del tour italiano della compagnia è stata lei ad eseguirlo.Scelta abbastanza atipica che dimostra le grandi capacità di questa ragazza.Solitamente questi pezzi vengono affidati agli uomini per la forza muscolare necessaria.

“In the end” sulle bellissime musiche di “Daves Matthews Band”;in particolare la prima parte sul brano “Satellite”,un brano che ho non avevo mai sentito ma che mi ha stregata(non riesco a smettere di ascoltarla).Mi ha trasmesso un’allegria,un desiderio di unirmi a loro,di danzare,mi ha quasi commossa.

L’unica pecca della serata è stata l’assenza della ballerina Elena D’Amario,unica italiana nella compagnia,che per un infortunio(non so bene di cosa si tratti) ha dovuto rinunciare ad esibirsi.

È stato davvero bello,però,vederla,sul palco,alla fine dello spettacolo,emblema del talento italiano che riesce ad affermarsi all’estero;nonostante la gamba fasciata emanava forza,energia,voglia,desiderio sfrenato di danzare.Il suo sorriso ha illuminato gli sguardi dei compagni e degli spettatori.

Sono stata davvero molto contenta di aver assistito a questo spettacolo portato avanti da una compagnia di altissimo livello,di artisti di grande tecnica ma anche molto espressivi,un mix di personalità diverse che si uniscono,coordinano alla perfezione quando si esibiscono su un palco.

Voi conoscevate questa compagnia?Siete incuriositi,almeno un po’,dal mondo dello spettacolo e della danza?

Lasciate un commento!

-Se volete qualche informazione in più sulla Parsons Dance qui vi lascio il link alla loro pagina Parsons Dance

A presto.

-Se volete contattarmi per una collaborazione potete scrivermi a questo indirizzo mail

(If you want to contact me for a partnership,you can send me an email to this address)
pervinca018@gmail.com

-Se vi va,venite a trovarmi su Twitter Pervinca_

5 COSE CHE…

Bentornati amici lettori!Torno quest’oggi con la rubrica “5 cose che” ideata da Twins Books Lovers.

Il tema questa volta è:

5 CITAZIONI CHE MI RAPPRESENTANO

Ce ne sarebbero tantissime ma ho deciso di inserire le prime che mi sono venute in mente.

1)“Quanto più siamo infelici, tanto più profondamente sentiamo l’infelicità degli altri; il sentimento non si frantuma, ma si concentra.” 

(Notti Bianche,Dostoevskij)

2)”Prendi la mano e rialzati                               tu puoi fidarti di me,io sono uno qualunque uno dei tanti uguale a te.                                Ma che splendore che sei nella tua fragilità e ti ricordo che non siamo soli a combattere questa realtà”

(Esseri umani,Marco Mengoni)

3)Amor, ch’al cor gentil ratto s’apprende prese costui de la bella persona                   che mi fu tolta; e ’l modo ancor m’offende. Amor, ch’a nullo amato amar perdona,      mi prese del costui piacer sì forte,             che, come vedi, ancor non m’abbandona.  Amor condusse noi ad una morte:          Caina attende chi a vita ci spense». 

(Divina Commedia,Dante Alighieri)

4)Ma chiunque abbia avuto un dolore così grande da piangerci fino a non avere più lacrime,sa bene che a un certo momento si arriva a una specie di tranquilla malinconia,una sorta di calma,quasi la certezza che non succederà più nulla.

(Le cronache di Narnia,C.S. Lewis)

5)Più dolce sarebbe la morte se il mio ultimo sguardo avesse come orizzonte il tuo volto.E se così fosse, mille molte vorrei nascere per mille volte ancor morire.

(Amleto,W.Shakeaspeare)

Queste sono alcune delle mie citazioni preferite,frasi che mi hanno colpita e nelle quali mi sono ritrovata.

Quali sono le vostre?Fatemelo sapere lasciando un commento.

A presto.

-Se volete contattarmi per una collaborazione potete scrivermi a questo indirizzo mail

(If you want to contact me for a partnership,you can send me an email to this address)
pervinca018@gmail.com

-Se vi va,venite a trovarmi su Twitter

Pervinca_

La Bella e La Bestia🌹

Bentornati amici lettori!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Qualche giorno fa sono stata al cinema a vedere “la Bella e la Bestia”.

Avevo grandi aspettative su questo film,come mi capita sempre con i prodotti Disney,e,ancora una volta,sono uscita dalla sala soddisfatta.
Mi è piaciuto molto;all’inizio temevo che potesse essere una banale copia del cartone animato o  che avrebbero potuto inserire uno spiacevole colpo di scena.
Il film ripercorre la storia della Bella e la Bestia riproponendo le stesse scene del cartone ma con alcune novità.
Sono stati aggiunti alcuni dettagli sul passato dei protagonisti;in particolare sulle loro storie famigliari,entrambi hanno perso la madre ancora molto piccoli e viene reso esplicito come questo li abbia segnati.
Ho apprezzato l’idea di mostrare  il principe bambino mentre rimane al fianco della madre malata e che Belle potesse venire finalmente a conoscenza della causa della morte della madre proprio attraverso la Bestia.
Ora passiamo ai personaggi.
Emma Watson l’ho trovata perfetta nei panni di Belle,un viso fresco,giovane,bello.
È riuscita a scrollarsi di dosso il ruolo della brillante strega Hermione (anche se è possibile intravedere qualcosa che accomuna i due personaggi)cosa che non sempre riesce facile dopo aver interpretato per molti anni lo stesso ruolo.
Ho adorato Josh Gad nel ruolo di Le tonte,le espressioni del viso,divertente,ironico,non solo il simpatico e buffo personaggio del cartone ma un uomo che forse per insicurezza pende dalle labbra di Gaston che approfitta di questo suo carattere un po’ debole e accondiscendente ma che nel finale mostra un’evoluzione anche se non le viene lasciato molto spazio.
Un personaggio nuovo su cui mi piacerebbe avanzare una riflessione è Agata,una vedova che come Belle viene isolata,scacciata dagli abitanti del villaggio,perché,al tempo,una donna senza un uomo era nulla;proprio lei,considerata da tutti insignificante,diventa la chiave della salvezza,del coronamento dell’amore dei protagonisti.
Le canzoni,aspetto fondamentale in ogni prodotto cinematografico Disney,sono state,per la maggior parte,riprese dal cartone.
Nel complesso mi sono piaciute ma le ho trovate di un livello leggermente più basso rispetto agli standard della Disney.Alcuni testi,adattati alle musiche originali,mi sono sembrati un po’ forzati,in alcuni punti persino banali;le nuove canzoni non mi sono rimaste in testa come spesso mi accade con le colonne sonore Disney.

Davvero belli gli effetti speciali;premetto che non ne me intendo ma gli ho trovati davvero sorprendenti.

Io ho guardato il film in 3D;non era poi così necessario ma posso dire che,a differenza di tanti altri film,soprattutto in alcune scene,mi sono sentita come trascinata in quel mondo magico.

Veniamo adesso alle mie tre scene preferite(non sono in ordine).

La prima è quella nella quale Belle viene invitata a cena da Lumiere e gli altri abitanti del castello.Bella la canzone,fantastici gli effetti speciali;un momento allegro che mi ha lasciata a bocca aperta.

Il ballo,un momento magico,romantico,forse il più atteso dell’intero film.È evidente,soprattutto in questa scena, quanta cura sia stata riservata alla scelta e alla realizzazione  delle scenografie e dei costumi.

Ultima ma non per importanza,la scena finale.L’incantesimo viene spezzato,la Bestia torna un principe e gli abitanti del castello riprendono sembianze umane.

Ho amato l’abito del ballo di Belle e ancor di più quello che indossa nell’ultima scena del film;meravigliosi.

In conclusione posso dire che “La Bella e la Bestia” mi è piaciuto tantissimo;non solo dal punto di vista estetico ma anche per il messaggio positivo che,ancora una volta,la storia di Belle cerca di trasmetterci.

Non ci si deve fondare sulle apparenze perché la bellezza si nasconde anche in una “Bestia”.Lo strano,il diverso ci spaventa perché abbiamo paura che possa imporci un cambiamento;mostriamoci aperti e disponibili perché non può essere altro che una risorsa per noi.

Con “La Bella e la Bestia” mi è sembrato di tornare bambina; mi sono ritrovata letteralmente a bocca aperta per lo stupore di fronte a quella bellezza,a quella magia,cosa che non mi capitava da molto tempo.

“Magico” è proprio l’aggettivo che userei per definire questo film.

Quando sembra che non succeda più,ti riporta via come la marea la felicità”

Voi l’avete visto?Fatemi sapere cosa ne pensate lasciando un commento!

A presto.
-Se volete contattarmi per una collaborazione potete scrivermi a questo indirizzo mail
(If you want to contact me for a partnership,you can send me an email to this address)

pervinca018@gmail.com
-Se vi va,venite a trovarmi su Twitter
Pervinca_